Batteria scarica, danni al motorino d’avviamento e rifornimento errato sono alcuni dei motivi che causano il mancato avvio del motore.

Vediamo come risolverli e ripartire in tempi minimi.

Può succedere che il quadro si accenda ma che il motore resti muto, il motorino d’avviamento giri a vuoto. Oppure che sia l’intera auto a non dare segni di vita. In qualche caso puoi trovare la soluzione e risolvere da te, ad esempio se la batteria è scarica

In qualche altro caso sarà necessario ricorrere all’officina. C’è anche la possibilità che sia finito il carburante  e magari che – a causa di un problema ai sensori che monitorano il livello nel serbatoio tu non abbia avuto modo di rendertene conto.

Un problema comune che determina il mancato avvio del motore è la mancanza di corrente perché è scarica la batteria o non arriva corrente al motorino d’avviamento

Un sintomo che denota la batteria completamente scarica è il quadro strumenti che non si accende. Potrebbe accadere anche che la batteria si scarichi solo parzialmente.

In questo caso è necessario ricaricare la batteria. Se sei a casa puoi risolvere facilmente con un caricabatterie da autoveicolo che ti consiglio di acquistare perché potrà sempre tornarti utile. Se sei lontano da casa, invece hai due opzioni sempre valide:

  • Avvia a spinta. Qualcuno deve spingere l’auto con la marcia in folle e una volta preso il ritmo, seduto al posto di guida, devi inserire la seconda e lasciare la frizione.
  • La messa in moto a spinta non è possibile magari perché hai il cambio automatico? Devi trovare qualcuno che ti aiuti collegando la sua batteria con la tua mediante gli appositi cavi, accessorio che ti consiglio caldamente di tenere in macchina
  • il problema potrebbe essere nel dispositivo di avviamento. In questo caso è necessario ricorrere al meccanico.

Questo è necessario perché hai bisogno di una competenza specifica. Sia sull’impianto elettrico dell’auto che sul motorino di avviamento raggiunge un amperaggio elevato.

Spia candelette auto non si accende

Il mancato avvio del motore può dipendere dal malfunzionamento delle candelette presenti sui motori diesel che servono a pre-riscaldare il motore. Nei sistemi a gasolio la combustione non è comandata dalle candele, come per la benzina, ma avviene per la compressione. Quindi è necessario scaldare i cilindri prima della messa in moto.

Rifornimento errato

Mettere gasolio nel serbatoio di un’auto benzina non è una buona idea, e neppure fare il contrario. Un rifornimento errato può costarti caro, perché se ne ne accorgi prima di far girare il motorino di avviamento te la cavi con il costo del carburante inutilizzato e con quello che un meccanico ti chiederà per smontare il serbatoio e pulirlo.

Non te ne accorgi subito e fai affluire il carburante errato nei cilindri? È un problema che potrebbe costarti parecchi soldi. Dovrai fa smontare tutti il sistema di alimentazione che andrà pulito e all’occorrenza potrà essere necessario sostituire alcuni componenti.

Iniettori sporchi

Un’altro caso di auto che non si accende legato al carburante è quello degli iniettori sporchi, inconveniente che si può verificare sui motori diesel. Talvolta il gasolio contiene impurità, che alla lunga si depositano negli iniettori ostruendone parzialmente o completamente il passaggio. In questo caso è necessario l’intervento di un meccanico, che dovrà smontare il parte del motore per arrivare agli iniettori e pulirli tutti quanti.

Per qualsiasi evenienza,per ogni tipo di problema rivolgiti a noi : 080/4913462